Settore

Il settore ICT è di assoluto rilievo nel sistema economico nazionale e lo è nonostante abbia accusato gli effetti della crisi.  Rispetto al  2010 ha  7 mila imprese e 34 mila addetti in meno. Ma i numeri rimangono importanti: nel 2013 + 75.400 imprese attive e + 456 mila addetti.

Imprese e occupati si concentrano principalmente nel Nord Italia e nella fascia delle Pmi. Significativo è il fenomeno delle startup. Altrettanto significativo è l’assorbimento di profiliprofessionali ad alto livello di formazione e competenza, tant’è che in prospettiva si impone la soluzione del problema dello skill shortage.

Il settore ICT è nel pieno di un grande cambiamento. Budget dei clienti in contrazione, riduzione del valore dei singoli progetti, downpricing di prodotti e servizi continuano a incidere sulla profittabilità, ma al contempo nascono nuove soluzioni e nuovi mercati.

La digital trasformation porta con sé non solo pressioni, ma anche grandi opportunità. Opportunità che richiedono investimenti e l’orientamento, soprattutto per le imprese di minori dimensioni, a cogliere il nuovo. E cioè a porsi come abilitatori di innovazione presso la clientela, a inserirsi in catene del valore internazionali,  a integrarsi ecosistemi di prossimità al cliente finale, inseriti nei territori e capaci di alimentare competenze e idee per servizi innovativi e di qualità.

CercaEsegui ricerca